VIDEO SCELTI PER TE

Hell's Kitchen

Ferrari presenta: come gestire la propria cantina

16 MARZO 2017

Informazione Pubblicitaria

Ferrari presenta: come gestire la propria cantina

Immaginate questa scena: siete a casa e avete cucinato per i vostri ospiti un sontuoso filetto alla Rossini cotto a puntino e degno degli alti standard che lo chef Carlo Cracco esige a Hell’s Kitchen. Per l’occasione avete selezionato anche una preziosa bottiglia di rosso che avevate tenuto da parte per una grande occasione. Al primo assaggio però scoprite che il vino che avevate così gelosamente conservato non corrisponde alle vostre aspettative. Dopo una serie di scuse, offrite ai vostri ospiti una seconda opzione, purtroppo non all’altezza di quella che avevate tenuto da parte fino al tragico epilogo. Per evitare che tutto questo accada sul serio, vogliamo darvi qualche semplice consiglio per conservare al meglio i vini della vostra personale cantina.

Prima di tutto occorre sapere che la perfetta conservazione del vino è legata a diversi fattori come: luce, umidità, vibrazioni e odori presenti nella vostra cantina.

Vi raccomandiamo quindi il completo e totale riparo dalla luce: il vino deve essere tenuto al buio, poiché la luminosità attiva e accelera i suoi processi di evoluzione e ossidazione.

La cantina deve avere una temperatura ideale tra gli 11°C e i 15°C. L’importante è che questa sia costante: nulla danneggia di più il vino che gli sbalzi termici. Se è troppo elevata induce l’accelerazione del processo di invecchiamento, mentre se più bassa ne ritarda tali fenomeni. Pertanto è consigliabile conservare i vini in un locale sotterraneo.

Altrettanto importante è l’umidità relativa dell’ambiente, che deve essere intorno al 65-70%. Una cantina eccessivamente umida favorisce la proliferazione di muffe sulla parte esterna del tappo; al contrario, una cantina troppo asciutta determina disseccamenti del sughero e variazioni più veloci della temperatura interna.

Infine, per evitare che attraverso il sughero del tappo penetrino odori e sapori non graditi, in cantina non si devono conservare alimenti con sapori e odori intensi e penetranti come salumi e formaggi. A maggior ragione, caldaie e bruciatori devono essere sistemati altrove.

Una volta individuato il luogo adatto, disponete le bottiglie in posizione orizzontale su scaffali di legno (che meglio di qualsiasi altro materiale sono in grado di attutire eventuali vibrazioni), puliti e divisi in ripiani e fate in modo che siano protetti dalla luce. Spumanti, vini bianchi, vini rosati, vini rossi giovani e maturi, sono in generi sistemati progressivamente dal basso verso l’alto, perché in questa direzione la temperatura aumenta anche se di pochi gradi.

Mentre alcuni vini possono essere apprezzati subito dopo l'acquisto, quando sono ancora freschi, profumati e fruttati, per tipologie di vini più complessi le cose migliorano certamente con un prolungato affinamento in bottiglia. Attenzione però, perché se è vero che quasi tutti i vini migliorano con il tempo, è anche vero che una volta arrivati al culmine della loro maturazione le caratteristiche organolettiche iniziano un lento decadimento. È quindi importante consumare il prodotto prima che sia troppo tardi.

Un’attenzione particolare merita la conservazione delle bollicine. Tutte le etichette Metodo Classico, fra cui quelle Trentodoc, subiscono un’evoluzione che comincia dal momento della sboccatura poiché il vino entra a contatto, tramite il sughero del tappo, con l’aria. Il periodo di conservazione ottimale varia molto in base alla tipologia di prodotto. In generale possiamo dire che vini caratterizzati dalla lunga maturazione sui lieviti, come i millesimati quali il Giulio Ferrari Riserva del Fondatore e il Ferrari Riserva Lunelli, subiscono un’evoluzione positiva che porta ad aumentarne la qualità e gradevolezza anche dopo 10 anni dalla sboccatura; le bollicine metodo classico, come ad esempio il Ferrari Brut o Ferrari Rosé, con un periodo di affinamento sui lieviti di quasi 3 anni, vanno invece consumati in tempi più brevi, indicativamente entro 3-4 anni dalla sboccatura.

Le condizioni di conservazione di cui abbiamo parlato finora sono realizzabili in locali costruiti appositamente in modo da garantire queste condizioni. È comunque possibile, con qualche piccolo accorgimento, conservare il vino anche in casa. Le abitazioni in città hanno il grosso problema delle temperature: il riscaldamento casalingo può superare sovente i 20° C con il rischio di un successivo abbassamento quando viene spento. Quindi scegliete un luogo il più possibile stabile in termini di temperatura e di umidità. In questo senso la cucina non è il luogo più indicato per via della presenza di elettrodomestici che tendono a riscaldare l'aria, senza contare la presenza di forti odori. Se si decide di conservare il proprio vino in cucina sarà opportuno riporlo in una zona che sia il più possibile neutra e immune da tutti questi tipici inconvenienti. Se si ha a disposizione un ripostiglio o una dispensa, questa può essere facilmente adattata in modo da consentire una buona conservazione del vino.

 
Hell's Kitchen Italia
Hell's Kitchen

©2016 ITV - Hell's Kitchen is a registered trademark distribuited by Itv global studios entertainment. Hell's Kitchen is produced by Magnolia SPA. All rights reserved.

Tutti i marchi Sky e i diritti di proprietà intellettuale in essi contenuti, sono di proprietà di Sky international AG e sono
utilizzati su licenza. Copyright ©2017 Sky Italia - P.IVA 04619241005 - Segnalazione abusi

Hai dimenticato i tuoi dati di accesso? Clicca qui

Non sei registrato? Registrati ora

Recupera il tuo Sky iD
Recupera il tuo Sky iD
Recupera password
Ti informiamo che a breve riceverai una e-mail che ti permetterà di modificare la tua password
Aggiorna indirizzo email
Calcola codice fiscale
Aggiorna indirizzo email
E' stata inviata una email di conferma al nuovo indirizzo che hai specificato, la procedura di aggiornamento sarà completa non appena selezionerai il link di conferma.
Aggiorna indirizzo email
Si è verificato un errore durante la procedura di aggiornamento. Riprovare più tardi
Caricamento in corso...