VIDEO SCELTI PER TE

Hell's Kitchen

La live cronaca della prima puntata

18 GIUGNO 2017

La live cronaca della prima puntata

Sfoglia le GALLERY della Prima Puntata [Prima Parte e Seconda Parte]

Guarda i VIDEO della Prima Puntata

 

20.10 - Sta per riaprire i battenti il ristorante più infernale dell tv. Ci vediamo tra un'ora su Sky Uno HD per conoscere i 16 cuochi che si sfideranno nella cucina di Hell's Kitchen sotto lo sguardo attento ed esigente dello chef Carlo Cracco.

21.10 Lo chef Cracco è nei sotterranei di un garage. Lì si avvicina a una fiammante motocicletta nera di grossa cilindrata, infila il casco, la accende e parte. Mentre lo vediamo sfrecciare nel buio della notte tra le strade di Milano, in giro per la città va in scena una rappresentazione unica: il servizio di un ristorante. I protagonisti di questo spettacolo, che va in scena due volte ogni giorno, sono una specie particolare di esseri umani che si esprime cucinando. Molte di queste persone sono appassionate del loro lavoro e sempre alla ricerca di stimoli per migliorarsi. Sono persone ambiziose e l’ambizione più grande è quella di entrare e confrontarsi nella cucina di Hell’s Kitchen! Tra questi ne vediamo qualcuno ricevere, nella propria cucina mentre sta lavorando, un messaggio: “Congratulazioni, sei stato scelto. Farai parte della brigata di Hell’s Kitchen”. Tra commozione, incredulità e scene di esultanza incontrollata, ora 16 cuochi, provenienti da tutta Italia, hanno la possibilità di fare un passo avanti decisivo nella loro carriera e dimostrare tutta la passione per il lavoro in cucina. I cuochi saranno messi continuamente alla prova e alla fine ne rimarrà solo uno, il migliore, che si aggiudicherà un contratto come executive chef del primo ristorante di Hell’s Kitchen  nel mondo, presso l’esclusivo Forte Village Resort in Sardegna.

 

21.16 - Questi 16 cuochi, partiti da diverse parti dello Stivale, sono giunti a Milano, non sanno cosa li aspetta, ma sanno però chi li aspetta! Parli del Diavolo e… Nel suo ufficio lo chef Cracco – assistito dal prezioso maitre Luca – sfoglia su un tablet i dossier dei 16 cuochi per conoscerli meglio.

La prima è Carlotta, arriva da Siena, dove lavora nell’agriturismo di famiglia come cuoca e dando una mano nella gestione della struttura. Poi è la volta di Chiara, una ragazza 20enne molto istintiva. La cosa che di lei balza subito all’occhio dello chef è il piercing al naso. Proprio una di quelle cose che lo chef apprezza molto… No! Poi vediamo un altro giovane cuoco, Davide, e dopo di lui Chang, un ragazzo di origine cinese, che ama cucinare italiano. Dopo di lui, lo chef si concentra sulla 29enne Eleonora, ex modella (sguardi di approvazione con Luchino), la quale non sopporta di essere giudicata solo per il suo aspetto fisico, anziché per le sue competenze professionali. Poi conosciamo Giordano che – partito giovanissimo dalla periferia di Napoli – ha fatto un sacco di gavetta prima di arrivare fino a un prestigioso ristorante di Montecarlo. Dopo Giordano è la volta di Giovanni Milazzo da Milazzo: 25enne con la passione per la scienza, la letteratura e, naturalmente, la cucina e pertanto si definisce “un cuoco letterato”. Poi vediamo Luca, Giuseppe, Marcella e Mirko, un cuoco che ama la moda e lo shopping, “ama giocare e provocare sia in ambito culinario, sia nel dress code. Dopo la leggerezza glamour di Mirko è la volta della sostanza di Oliver, un ragazzone di origini svedesi che – tra le altre cose – è stato stagista di Gordon Ramsay. “Dev’essere un bel toro”, è il commento di Luchino. Poi vediamo la scheda di Vincenzina, una ragazza nata a New York e di famiglia italo-americana, e che ora vive nella provincia di Napoli, dove lavora come cuoca a domicilio.

21.20 - Nel frattempo i 16 protagonisti hanno raggiunto il portone esterno di Hell’s Kitchen e fanno la reciproca conoscenza. Poco dopo entrano nel ristorante: la gioia e l’adrenalina pervade tutti, soprattutto dopo aver visto le scintillanti cucine dell’inferno. Purtroppo per loro questi sono gli ultimi momenti di gioia e spensieratezza: lo chef Cracco e Luchino li osservano dal ballatoio davanti all’ufficio e, non appena i ragazzi si accorgono di loro, i due scendono. I cuochi si dispongono in una fila unica: è arrivato il momento di fare la conoscenza dello staff di Hell’s Kitchen. Lo chef presenta prima Luchino e poi i due sous chef, Misha e Marion.Terminate le presentazioni, Cracco vuole verificare quanto saranno capaci di adattarsi ai suoi standard di cucina, ma prima di tutto dovranno dimostrargli le capacità per guadagnarsi la giacca, il biglietto d’ingresso nella cucina di Hell’s Kitchen. Le giacche sono 16: otto rosse, per la squadra delle donne, e otto blu, per la squadra degli uomini. Ma non tutti la indosseranno, perché qualcuno tornerà a casa ancora prima del primo servizio. Per conquistarsi la giacca i cuochi avranno 45 minuti di tempo per cucinare il piatto che li rappresenta, che gridi al mondo quanto sono bravi, originali e creativi ma che soprattutto convinca il palato esigente dello chef.

 

21.26 - 3, 2, 1, via! I cuochi si catapultano in cucina, l’attività è frenetica, ognuno pensa al proprio piatto e alla sua giacca da conquistare.
La tensione è alta e qualcuno si agita troppo, come Chiara che si procura un grave taglio al dito, ma non è l’unica, poco dopo si taglia anche Oliver. Il lavoro nelle cucine è frenetico, chef Cracco non fa nulla per stemperare la tensione, anzi, vigila, commenta e questo non può far altro che far crescere l’agitazione dei cuochi. Tra loro però ce n’è uno più tranquillo e sereno, Giuseppe, il quale finisce il suo piatto con molto anticipo, lo piazza sul pass e si aggira sornione in cucina osservando i suoi colleghi. Si sente sicuro del suo piatto “perché lo ha assaggiato col cucchiaio”. Beh, se lo ha assaggiato col cucchiaio… E poi si sente forte perché ha lavorato con le braccia e con l’intelligenza e quest’ultima – a detta di Giuseppe – “è associata con le braccia”. Il discorso non fa una piega! Mancano pochissimi minuti alla fine della prova, il ritmo è serrato, ma Marcella è in difficoltà. Mentre tutti gli altri impiattano, lei è ancora alle prese con la preparazione, la sua mente in questo momento “è offuscatissima”. Lo chef chiama il tempo: “5, 4, 3…”. Sul pass ci sono 15 piatti, manca solo quello di Marcella, che riesce a piazzarlo proprio quando lo chef annuncia lo stop alla gara.

 

21.35 È arrivato il momento degli assaggi, che Cracco effettuerà a coppie, provando un piatto della squadra blu insieme a un piatto della squadra rossa, valutando chi si meriterà la giacca.

La prima a presentarsi al cospetto dello chef è formata da Chiara e Giovanni. Lei ha preparato un guazzetto di pomodoro con pescato e una leggera panatura, lui una palamita scottata su caponata di melanzane. Dopo aver assaggiato i piatti, Cracco decide di dare la giacca solo a Chiara, il suo piatto è molto equilibrato. Poi è il turno di Maria Rosaria e Giuseppe. Chef Cracco esamina i due piatti: gnocchetti con pesto di zucchine e vongole e pistacchio per lei e tagliatelle fatte in casa con ricciola, pomodoro ciliegino e ciuffetto di cuore di carciofo croccante per lui, poi li assaggia e infine decreta che nessuno dei due merita la giacca. Marcella, l’ultima ad aver consegnato il piatto, dovrà confrontarsi con il conterraneo Giordano. Per Cracco però sembra che arrivino da due paesi diversi e dà la giacca al secondo. Ora è il momento di una sfida dal sapore internazionale: l’italo americana Vincenzina vs. il cinese Chang. Lo chef assaggia e giudica la qualità dei due piatti. La giacca va a Chang e a Vincenzina dice che “bisogna lavorare, come idee, come gusto”. Ora tocca al coniglio con carciofi di Davide e dei passatelli di Jessica. Ma a questo giro la giacca “non la prende nessuno dei due”. Oliver e Katiuscia si presentano al cospetto dello chef che esamina il risotto al Castelmagno della cuoca, quindi assaggia il carrè d’agnello con caponata di Oliver. “Ti do la giacca Oliver, perché il gusto è molto buono e anche la cottura”, afferma Cracco, per Jessica, invece, niente da fare. È il turno di Eleonora e Mirko, i quali hanno cucinato, rispettivamente, ravioli di baccalà mantecato e del tartufo nero e un “Carbonaro carbonara olè”, ossia black cod con un’influenza alla carbonara italiana. Dopo un piccolo scambio di opinioni sui rispettivi look dei due cuochi, lo chef dà il suo giudizio: “La giacca la do a Eleonora. Te la sei meritata”. Infine tocca a Carlotta e Luca: pici al ragù d’anatra per lei e animelle cotte al burro, spinacio saltato e tartufo nero per lui. Non c’è gara: la giacca va alla ragazza senese.

21.37 - Terminati gli assaggi e assegnate le prime giacche, lo chef invita i 10 cuochi senza giacca ad assaggiare i piatti dei loro colleghi che l’hanno appena conquistata. Dopodiché comunica loro che, non avendo dimostrato ancora nulla, ma che può succedere di sbagliare un piatto e per questo dà loro una seconda possibilità: “Dovrete dimostrare la vostra professionalità realizzando i piatti che hanno fatto guadagnare la giacca ai vostri compagni. Ognuno di voi dovrà preparare tutti e tre i piatti”. Ovviamente il tutto sarà complicato dallo stesso chef che, durante la preparazione, si divertirà a metterli un po’ sotto pressione.

Inizia la prova. Le due squadre si radunano. Chi ha già conquistato la giacca ha tre minuti di tempo per spiegare le ricette ai compagni. Scaduto il tempo delle spiegazioni, i 10 cuochi si lanciano ai fornelli e come promesso lo chef li mette subito sotto pressione, facendo domande a ripetizione. L’ansia si taglia con il coltello!

 

21.40 - Chef Cracco si accorge che Vincenzina ha un braccio alzato e le chiede se lo stava chiamando. In realtà la ragazza sta tentando di non far uscire il sangue da una ferita provocata da un taglio. Cracco le propone di tenerle il braccio mentre lei lavora. Vincenzina non se lo fa ripetere due volte, anzi, è lusingata dall’estrema vicinanza dello chef, il quale ne approfitta per porle dei quesiti di natura culinaria, ai quali la ragazza risponde correttamente, il tutto mentre continua a preparare i tre piatti. Cracco è talmente soddisfatto della mantecatura del baccalà di Vincenzina, che le consegna la giacca senza nemmeno farle terminare il piatto.

 

21.46 - Ora è la volta di tornare nella cucina blu, dove però i cuochi sembrano ancora in alto mare. Mirko presenta per primo un piatto pronto, quello di Oliver. L’agnello non è stato cotto abbastanza. Rifare! Poi è la volta di Giuseppe, che porta a Chang il suo piatto. Manca lo zenzero. Rifare! Nella cucina rossa Marcella ha preparato i ravioli di Eleonora. Sia la ragazza romana che lo chef approvano e questo significa che anche Marcella può indossare la sua giacca e fermarsi.
Nella cucina blu è la volta di Davide, che propone i gamberi di Chang. Il cuoco cinese lo rimanda indietro, stesso discorso per quelle di Giovanni e di Mirko. Davide ci riprova con la proposta di Giordano. Per quest’ultimo le capesante non sono cotte al punto giusto. Per lo chef, invece, sono perfette e consegna la giacca al felicissimo Davide. Dopo due giacche rosse, la terza è blu.
Sempre a Giordano vengono sottoposte le capesante di Giovanni, il quale si prende i complimenti del collega, ma comunque lo chef lo manda a preparare un altro piatto. Lo chef torna nella cucina rossa, da Maria Rosaria, la quale è piegata da forti dolori alla schiena e Cracco la esorta a non pensare al dolore, ma per la cuoca di origine campana il dolore è più forte del desiderio di indossare la giacca… Dopo una lunga attesa lo chef può valutare i primi piatti di Jessica e Katiuscia. I pici della prima sono buoni, peccato che nel ragù si senta troppo la carota. Mentre la cottura dei pesci del guazzetto di Katiuscia non è perfetta: la mazzancolla è troppo cotta, il merluzzo è troppo crudo. Ragazze, ritentate e sarete più fortunate!
Nella cucina blu, quattro cuochi sono in attesa di essere giudicati. Lo chef non è ancora soddisfatto. Dopo una serie di fallimenti, Mirko si ripresenta puntando sulle capesante. Finalmente Mirko si guadagna la giacca, la sua costanza viene premiata.

 

21.48 - Lo chef interrompe la gara, visto che ormai un’idea se l’è fatta. Sei cuochi sono ancora senza giacca, non hanno soddisfatto lo standard di qualità richiesto dallo chef. Dopo un breve commento sulle loro performance, lo chef sente di dover consegnare ancora due giacche: la prima la consegna a Giovanni, grazie ai gamberi e all’agnello, la seconda – “nonostante tutto” va a Jessica. Sono rimasti in quattro senza giacca: Maria Rosaria, Katiuscia, Giuseppe e Luca. Cracco non ha per loro parole lusinghiere: “Faccio fatica a considerarvi degli chef”.

21.50 - Colpo di scena! Maria Rosaria chiede di poter parlare: “Il dolore alla schiena è troppo forte e io rinuncio… Mi arrendo. Il dolore è più forte di me”. La cuoca è molto convinta della sua decisione e lo chef non può far altro che accettarla. Maria Rosaria saluta tutti e abbandona la cucina di Hell’s Kitchen. Cracco mette subito a proprio agio i tre rimasti: “Abbiamo subito la prima vittima. Ora vediamo chi sarà la seconda. Seguitemi”.

 

21.54 - Chef Cracco mostra ai cuochi il retro delle cucine, “uno spazio nuovo. Qui ci troveremo per risolvere le questioni sporche, qui regoleremo i conti”. Certo che lo chef sa davvero mettere a proprio agio i suoi cuochi, non trovate?
Ora è il momento di scoprire chi tra Giuseppe, Katiuscia e Luca può essere considerato un commis e chi invece dovrà tornare a casa. Lo chef fa prendere ai tre un faraona (viva!) a testa e dice loro: “Vediamo chi è disposto a tutto pur di entrare nella cucina di Hell’s Kitchen"… Cosa avrà in mente lo chef?? Pensieri splatter attraversano le menti di tutti i cuochi.
Niente paura! Lo chef è sì perfido, ma non come potete pensare. Era tutto uno scherzo. O quasi. In realtà i tre dovranno cimentarsi nella spennatura di altrettante faraone per fortuna già morte. Ovviamente l’operazione non sarà semplice. Dovranno spennare i volatili facendo attenzione a non strappare la pelle. Il tutto nel tempo di tre minuti e mezzo. Chi non sarà all’altezza dirà addio definitivamente alla giacca di Hell’s Kitchen. Al via di Cracco, i tre spennano freneticamente le faraone, ma il lavoro sembra molto più difficile di quello che sembra e lo chef fa notare loro che le penne sul c**o sono le più dure da togliere. Il tempo è scaduto. È il momento di tornare in sala per scoprire chi tra i tre deve lasciare Hell’s Kitchen.

 

22.03 - Cracco esamina il lavoro dei tre. Katiuscia ha badato più alla qualità che alla quantità. Giuseppe è forse quello che ha spennato più degli altri, mentre Luca ha provocato qualche butto strappo alla pelle del pennuto. Tensione… Cracco consegna una delle due giacche a Katiuscia. Il momento della verità è tra Giuseppe e Luca. Uno dei due tra poco ci saluterà. Ma lo scopriremo subito dopo questa breve pausa pubblicitaria! Lo chef ha deciso: “Chi tra voi due ha fatto il lavoro peggiore... Sei tu Luca. Non hai dimostrato nulla. Ti chiedo di lasciare questo ristorante”. Il cuoco comasco stringe la mano allo chef e mestamente abbandona la sala, mentre Giuseppe, visibilmente commosso riceve l’ultima giacca a disposizione. Le due brigate sono formate. Lo chef, insieme al suo staff, ricorda loro che l’indomani dovranno affrontare il loro primo infernale servizio, quindi dovranno trascorrere la serata a studiare i menù che gli saranno consegnati più tardi da Misha e Marion. Benvenuti all’inferno ragazzi!

22.06 - I 14 cuochi in gara, fieri delle loro nuove giacche, corrono ebbri di gioia alla volta del loft. Lì scoprono il posto che li accoglierà nei momenti di pausa tra una prova e un servizio.
Dato che le cose belle durano poco, a Hell’s Kitchen queste durano ancora meno. La gioia e il relax viene interrotto bruscamente dall’arrivo di Misha e Marion, i quali consegnano alle due brigate i ricettari dei piatti contenuti nel menù del ristorante. I cuochi appendono al muro le ricette e incominciano a studiarle. I 14 esprimono i loro pensieri sui piatti e si confrontano sulle preparazioni. Dopo aver studiato le ricette i concorrenti si concedono il meritato riposo. L’indomani dovranno affrontare il primo servizio di Hell’s Kitchen.

 

22.10 - È ancora notte a Milano quando sono le 5:15, mentre all’interno del loft troviamo Vincenzina e Marcella ancora sveglie a studiare il menù di Hell’s Kitchen. Il loro studio a lume di candela viene interrotto dall’irruzione di Misha e Marion, i quali, pile alla mano, svegliano in maniera affatto dolce i cuochi. Questi vengono poi legati l’uno con l’altro e fatti uscire. Li attende un viaggio nella notte e la meta è sconosciuta.

Nel pullmino che li trasporta verso una destinazione ignota, i cuochi assonnati fanno congetture. Arrivano finalmente a destinazione. Ma qual è la destinazione?
I cuochi entrano divisi per squadra e legati l’uno all’altro in un forno, dove trovano ad attenderli lo chef, il quale vuole vedere, in vista del servizio, la capacità di fare gruppo e per questo dovranno affrontare la prima prova a squadre legati. Ma in cosa consiste la prova? Preparare il pane per il primo servizio all’interno del glorioso panificio Longoni.
Prima di tutto occorrerà realizzare l’impasto con acqua e farina, poi all’impasto occorrerà aggiungere malto, lievito e, solo alla fine, il sale. Poi il pane andrà condito con la farcitura preferita. Gli ingredienti a disposizione sono: canditi all’arancio, al limone, uvetta sultanina, noci e olive in salamoia. Una volta terminata la lievitazione, dovranno dare una forma al pane e infornarlo. Per vincere la gara avrà valore la quantità, ma anche la fantasia e la varietà.

 

22.14 - “Pronti? Via”! Le due squadre iniziano subito a preparare gli impasti. Nella blu è Oliver che prende le redini del gruppo, dato che in passato ha avuto già qualche piccola esperienza di panificazione. Stesso discorso per Eleonora nella rossa.
Per l’impasto ci vogliono braccia forti e gli uomini sembrano leggermente avvantaggiati, tant’è che terminano per primi questa operazione. Il ritmo si fa frenetico, il tempo scorre. È ora di dare forma all’impasto. Gli uomini sembrano più concreti, mentre le donne cercano di dare più spazio alla fantasia. Lo chef chiama lo stop: è il momento di lasciare il pane a lievitare per 40 minuti. Terminata la lievitazione, Cracco fa ripartire le squadre. È il momento di infornare. L’operazione è complicata dal fatto di essere legati tutti insieme, ma tutte le forme finiscono in forno. Le due squadre incominciano a controllare la cottura e a ritirare il pane pronto. Si accende una piccola discussione per il pane posizionato al centro del forno. I blu accusano la squadra rossa di aver preso per sbaglio anche un po’ del loro pane. La polemica viene smorzata dallo chef, che dà lo stop alla gara.

 

22.20 - Ora lo chef e Stefano Longoni  controlleranno il lavoro delle  due squadre, selezionando il pane degno del ristorante di Hell’s Kitchen. La squadra blu ha sbagliato la cottura di un paio di filoncini che, troppo crudi, vengono scartati. La squadra rossa sembra aver fatto un lavoro migliore in questo senso. Durante il controllo del pane della squadra rossa, i blu continuano a mugugnare sul pane sottrattogli per sbaglio dalle ragazze. Lo chef smorza la polemica: prende alcuni panini dal cesto della squadra rossa e lo mette in quello della blu.

Lo scambio però non cambierà il risultato finale. Per quantità, ma soprattutto per qualità e fantasia, la squadra rossa si aggiudica la prova. Le vincitrici godranno di una ricompensa che le avvantaggerà in vista del primo servizio, mentre la squadra blu dovrà sottoporsi all’inesorabile punizione, che stavolta consisterà nello scaricare un camion pieno contenente le derrate alimentari per il ristorante.

Rientrati al ristorante, la squadra blu viene prontamente bullizzata dal sous chef Misha che gli fa scaricare – a ritmo serrato – un camion carico di frutta e verdura. Mentre gli uomini sgobbano, la squadra rossa è in sala al cospetto dello chef Cracco, il quale spiegherà loro la ricetta di tre piatti del menu: i ravioli di ricotta, il trancio di cefalo al cartoccio e il fritto misto di pesce.

22.23 - Il tempo vola a Hell’s Kitchen ed è quasi giunto il momento del primo servizio. Al ristorante troviamo le due brigate intente nella preparazione della linea supervisionati dai rispettivi sous chef. Poco dopo entra lo chef: è il momento dell’assegnazione delle postazioni. Squadra rossa: Marcella e Chiara avranno il compito di seguire gli antipasti e i secondi di pesce, Jessica ed Eleonora saranno ai primi, Vincenzina e Carlotta agli antipasti e secondi di carne, Katiuscia farà il commis, l’aiutante di cucina, e non potrà cucinare ma solo aiutare. Squadra blu: Chang e Giovanni cucineranno gli antipasti e i secondi di pesce, Oliver e Davide i primi, Giordano e Mirko gli antipasti e i secondi di carne, Giuseppe sarà il commis. Le squadre tornano subito al lavoro. Tra poco partirà il primo infernale servizio di Hell’s Kitchen.

 

22.35 - È arrivato il momento: “Luchino, apri il ristorante di Hell’s Kitchen". Il clienti entrano e vengono accolti dal nostro impeccabile maître, dopodiché prendono posto in sala. Si tratta di ospiti speciali: gourmet, critici gastronomici e food blogger. Come al solito, metà sala sarà servita dalla squadra blu e l’altra dalla rossa. Le cucine sono in fermento, Luchino ha raccolto le prime ordinazioni: incomincia il primo servizio di Hell’s Kitchen.  Le comande incominciano ad arrivare in continuazione e a ritmo serrato. I cuochi incominciano a perdere il conto e ad andare in confusione.  La squadra rossa produce i primi antipasti. La squadra blu presenta le prime capesante al pass, ma lo chef le porta indietro: Chang e Giovanni hanno adoperato delle olive taggiasche, anziché olive fresche. Rifare! La cucina rossa invece continua a consegnare altri piatti al pass. Le comande si susseguono e il servizio incomincia a diventare sempre più infernale. La squadra blu è in difficoltà e, nonostante ciò, non sembra volersi avvalere dell’aiuto del commis Giuseppe, che continua a proporsi ai compagni.
Se la squadra blu è ancora ferma agli antipasti, nella cucina rossa si stanno preparando i primi. In questa postazione Jessica appare preoccupata, ma rifiuta l’aiuto di Vincenzina. Nella cucina blu, le difficoltà nella preparazione delle capesante di Chang e Giovanni rallenta il lavoro degli altri, mentre Jessica continua a sbagliare la preparazione del riso al salto bloccando il lavoro della sua collega di partita Eleonora. Nella cucina rossa la partita dei primi è in crisi: i piatti di riso al salto sbagliati da Jessica stanno bloccando quelli cucinati da Eleonora, che appare piuttosto innervosita.
Poco dopo tocca alla squadra blu prendersi una bella strigliata per i primi: la pasta dei ravioli è troppo spessa e lo chef, invece, che la vuole “sottilissima”, vuole sapere chi li ha preparati. Il colpevole è Giuseppe, per il quale la pasta non è troppo spessa, ma “davanti a Carlo Cracco non si può dire nulla”, e la squadra blu prova a rimediare in qualche modo all’errore.

 

22.42 - Luchino torna al pass con un piatto di capesante della squadra rossa: un cliente ci ha trovato dentro un pezzo di carta. La responsabilità dell’errore è di Chiara, la quale però continua a sorridere mentre lo chef la rimprovera. Questo atteggiamento le causa un allontanamento dal servizio: Cracco, infatti, la spedisce nel loft a meditare sul suo comportamento e sugli errori commessi. Sarà Katiuscia, fino a quel momento commis, a sostituire Chiara.
Nel frattempo nella cucina blu Chang cerca di recuperare le capesante bruciate tagliando la parte nera. Lo chef non la prende affatto bene. Il cuoco cinese si giustifica dicendo che le capesante sono terminate. Cracco quindi rivoluziona la partita degli antipasti: Giuseppe al posto di Chang e quest’ultimo retrocesso a commis e poi consegna una nuova partita di molluschi. E poi, per essere sicuro, chiede a Giuseppe di ripetergli la ricetta. Il cuoco siciliano, forse preso dalla troppa emozione, crolla e fa una quasi scena muta. A questo punto lo chef chiama Chang e chiede anche a lui la ricetta: ennesimo #EpicFail. Quindi chiede a Giovanni che la ripete alla perfezione. Quindi manda quest’ultimo e Chang nel loft a recuperare il poster con la ricetta delle capesante.
Ma i guai arrivano anche nella cucina rossa. Un cliente ha trovato un pezzo di plastica nel suo piatto di spaghetti all’astice. Jessica ed Eleonora, responsabili della partita, si rimpallano la responsabilità: la prima li ha cucinati e la seconda li ha impiattati. Cracco, esasperato, manda nel loft Jessica e le chiede di rimandargli in cucina Chiara.
Nella cucina blu assistiamo a Chang che mantiene il poster con la ricetta delle capesante, mentre Giuseppe la legge allo chef, che poi lo spedisce alle piastre. La cura dello chef sembra aver funzionato: finalmente dalla cucina blu è uscito un piatto di capesante degno di Hell’s Kitchen!

22.46 - A due ore dall’inizio del servizio, in sala c’è ancora qualcuno che non ha ancora ricevuto neanche una portata. Lo chef fa una bella strigliata alla brigata blu, dopodiché manda Katiuscia a chiamare Jessica: c’è bisogno di tutti in cucina. E anche alle ragazze arriva lo stesso monito: “Se non recuperate, chiudo il servizio”!
I minuti passano e le cose non migliorano. Nella cucina blu Davide è costretto a tirare la pasta a mano perché non si trova un pezzo dell’impastatrice elettrica. L’ultimo ad averla usata è Giuseppe, il quale dice di averla riposta sul tavolo della dispensa. Questo è completamente coperto da una marea di arnesi, ciotole, barattoli, cibo; insomma trovare qualcosa lì sopra è un’impresa. Come pensate l’abbia presa lo chef?  È partito uno dei suoi proverbiali cazziatoni da far sussultare tutti gli ospiti della sala. Le cose non vanno meglio nella cucina rossa, dove Katiuscia sbaglia la cottura del cartoccio di cefalo.

 

22.48 - Al maître Luchino tocca l’ingrato compito di raccogliere le lamentele degli ospiti che attendono da ore di poter mangiare qualcosa, ma nelle cucine le cose non migliorano… Per gli ospiti l’attesa si fa intollerabile e qualcuno incomincia ad alzarsi e lasciare la sala. Luchino va al pass e riferisce allo chef: “La gente si alza e va via, non riesco a fermarli”. Cracco raduna le due brigate nella cucina rossa: “Dieci tavoli non sono ancora stati serviti, non hanno ricevuto NIENTE! Se in cinque minuti non terminiamo le comande, vi giuro che chiudo la cucina”. Le due squadre si rimboccano le maniche e provano a evitare il peggio, ma anche noi abbiamo la stessa sensazione di Giovanni: “Cinque minuti per finire il servizio è come chiedere la pace nel mondo”… Da vero leader lo chef suona la carica: “State facendo una figura di m***a. Ma la vera figura di m***a la sto facendo io”!! Nonostante gli incitamenti il risultato non non resta che una cosa da fare: “I vostri primi clienti hanno dovuto aspettare. Tutte persone che hanno a che fare con il nostro lavoro. Ora chiudiamo le cucine e levatevi dai c****oni”!!!

 

22.55 - Le due squadre tornano al loft i blu discutono sconsolati sugli errori commessi, mentre le ragazze sono convinte di aver fatto bene (#einvece!). Le due squadre scendono in cucina, dove si prendono un’altra ramanzina dallo chef, il quale evidenzia tutti i problemi che hanno portato alla chiusura delle cucine. Durante il servizio entrambe le squadre hanno “fatto pietà” e per questo ognuna dovrà decidere i due elementi peggiori che meritano di essere eliminati.

Dopo aver preso la loro decisione, i cuochi tornano in sala. I nominati delle due sono Giuseppe e Giovanni per i blu e Jessica e Katiuscia per i rossi e tutti per lo stesso motivo: sono risultati i più in difficoltà nel corso del servizio. Dopo aver ascoltato da tutti e quattro le ragioni per le quali dovrebbero restare a Hell’s Kitchen, lo chef rimanda a posto i due uomini. Alle due ragazze dice che il loro disastroso lavoro ha rallentato il lavoro della squadra. Dopodiché comunica la sua decisione finale: “Katiuscia, tu eri un’osservata e non mi hai convinto. Dammi la giacca e lascia la cucina di Hell’s Kitchen”. Katiuscia è caduta al primo servizio, non si è dimostrata all’altezza dello standard di cucina richiesto dallo chef Cracco.

Termina così la prima infernale puntata della seconda stagione di Hell’s Kitchen Italia. L’appuntamento con le cucine dell’inferno e per giovedì prossimo alle 21.10 su Sky Uno HD!

 
Hell's Kitchen Italia
Hell's Kitchen

©2016 ITV - Hell's Kitchen is a registered trademark distribuited by Itv global studios entertainment. Hell's Kitchen is produced by Magnolia SPA. All rights reserved.

Tutti i marchi Sky e i diritti di proprietà intellettuale in essi contenuti, sono di proprietà di Sky international AG e sono
utilizzati su licenza. Copyright ©2017 Sky Italia - P.IVA 04619241005 - Segnalazione abusi

Hai dimenticato i tuoi dati di accesso? Clicca qui

Non sei registrato? Registrati ora

Recupera il tuo Sky iD
Recupera il tuo Sky iD
Recupera password
Ti informiamo che a breve riceverai una e-mail che ti permetterà di modificare la tua password
Aggiorna indirizzo email
Calcola codice fiscale
Aggiorna indirizzo email
E' stata inviata una email di conferma al nuovo indirizzo che hai specificato, la procedura di aggiornamento sarà completa non appena selezionerai il link di conferma.
Aggiorna indirizzo email
Si è verificato un errore durante la procedura di aggiornamento. Riprovare più tardi
Caricamento in corso...